Associazione Davide Lajolo Odv

La piazza del sabato

16/02/2011

La vigna di Viatosto

Pubblicato su "La Stampa"

Un altro pezzo di memoria della città è stato sradicato a causa della malattia delle viti, la flavescenza dorata. La vigna di Viatosto era un pezzo importante del paesaggio agrario, che una volta caratterizzava tutta la località, che ora è tutta costellata da ville, villini e villotte con  giardino, senza più il segno della campagna.

Viatosto, una volta armoniosa cornice della città con la chiesetta dagli affreschi fascinosamente restaurati, ora è una propaggine della città, senza soluzione di continuità con i condomini, anche se rimane il percorso di una delle più belle passeggiate della città.

Viatosto non può essere considerata semplicemente “periferia” o inglobata semplicemente nel centro abitato, dovrebbe mantenere le caratteristiche ancora possibili di un tessuto storico della campagna e non perdersi nell’anonimato.

E’ un periodo di grande espansione edilizia della città (come sempre nella nostra storia nelle fasi di crisi occupazionale): si costruisce ovunque, spesso con le connotazioni del “villaggio artificiale” come in corso Casale, senza spazi comuni, ma solo strade di accesso per le automobili e rachitici giardini o viali interni ai caseggiati. Non ci sono negozi, non ci sono servizi, ci sono abitazioni a cui arrivare alla sera e guardare il mondo attraverso la televisione. Semmai viene costruito un grande centro commerciale, articolato in negozi per dare l’immagine fittizia della città degli acquisti. Difficile in queste condizioni sentirsi comunità.

Va detto, comunque  che le nostre periferie sono più dilatate di una volta, quando la città si fermava in corso Alessandria a est e in corso Torino a ovest, ma non sono ancora quelle metropolitane, anonime e ostili. Possiamo ancora fare in tempo a difenderci dall’aridità di case e strade che ci sottraggono senza pietà il paesaggio, come succede anche nei fondovalle tra un paese e l’altro: un’infilata di capannoni disadorni, che hanno fagocitato prati e campi.

News

19/05/2024

Marino Mazzacurati Omaggio a Delacroix e a Gericault

Orari 10.30-12.30, 15-30-17.30

» Leggi di più

22/04/2024

Presentazione audioguida Art '900

Palazzo Crova, Nizza Monferrato

» Leggi di più

03/04/2024

Asti, 25 aprile 2024: LIBERAZIONE

Laurana Lajolo a nome dell’ANPI provinciale di Asti

» Leggi di più

03/04/2024

I RAGAZZI PARTIGIANI PASSEGGIATA RESISTENTE

Vinchio 14 aprile 2024 - Comunicato Stampa

» Leggi di più

22/02/2024

Spettacolo: Donne vita libertà

8 marzo ore 10, Sala Pastrone Asti

» Leggi di più

09/02/2024

Interventi presentazione libro "Il Mare Verde"

Vedi tutti gli interventi della presentazione del libro "Il mare verde - La Riserva naturale della Val Sarmassa"

» Leggi di più

23/01/2024

Nuovo libro completo online

È disponibile per il download il nuovo libro "Il Mare verde - La riserva naturale della Valsarmassa" a cura di Laurana Lajolo

» Leggi di più

17/10/2023

CONOSCERE PER RESTARE. Rete fra gli istituti Pellati di Nizza Monferrato e Giobert di Asti

Studenti in visita all Riserva Naturale della Val Sarmassa

» Leggi di più