Associazione Davide Lajolo Onlus

davidelajolo

Il monumento

Il busto di Floriano Bodini a Vinchio:

Il busto di Bodini Lo scultore Floriano Bodini, fu amico di Lajolo e iniziò a scolpire un busto quando lo scrittore era ancora in vita.
Finì il busto a cinque anni dalla morte di Davide Lajolo, lavorando a memoria e sulla scorta di alcune fotografie scattate durante le prime pose.

Il monumento fu inaugurato nel 1990 ed è collocato sulla Scalinata Davide Lajolo, nel centro di Vinchio, in una posizione panoramica tra piazza F. Vercelli e piazza S. Marco.

Il busto è in bronzo a rappresenta lo scrittore con un atteggiamento fiero e severo. Il busto è ornato in basso davanti da un ramo di alloro, segno della fama, e sulla base dietro da un tralcio di vite, segno delle radici ispiratrici della sua letteratura.

 

Floriano Bodini

(Gemonio, Varese, 1933 - Milano 2 Luglio 2005).

Autore di fama internazionale, nasce artisticamente nelle aule della Accademia di Brera intorno agli anni ’50, studiando con lo scultore Francesco Messina ed aderisce al movimento artistico del realismo esistenziale, con opere ricche di vigore drammatico e comunicativo. Egli è tra i pochissimi a artisti della generazione degli anni trenta, a praticare la ritrattistica.
L'opera che gli ha dato la maggior fama è infatti la Statua di Paolo VI, di cui ha fatto varie versioni da quella del '68 (ora nei Musei Vaticani), forse la più bella anche per la straordinaria perizia e sensibilità con cui sono commessi i legni di chi è composta, a quelle, pure di altissima qualità, in bronzo.
I ritratti di Bodini non si limitano mai, o quasi mai, alle sole teste, ma o sono a tutta figura, o si ergono su busti o basamenti di complessa manifattura di oggetti inanimati o di fugurazioni allusive all'identità ed alla vita dei personaggi. Esemplari a questo riguardo sono la Biografia inquieta di un personaggio femminile del '73-'76 che riproduce i tratti della moglie Wanda e nello stesso ambito familiare, le varie immagini della figlia Paola.
Tra le sue opere ricordiamo inoltre il monumento a Paolo VI al Sacro Monte di Varese (1986), che come affermò lo stesso Bodini, è una statua "ricca di simboli: Paolo VI con una mano ammonisce e con l’altra accoglie, il grande manto che scende fino a terra ricorda il sudario, le pecore sono un po’ smarrite ed una madre protegge il suo agnellino, la tazza rovesciata ricorda la fame nel mondo, il teschio rimanda alla morte che nelle meditazioni di questo Papa ricorre spesso, infine il mazzo di fiori è un omaggio di un fedele verso questo grande personaggio".
Ha realizzato monumenti pubblici a Brindisi (Virgilio. 1985); a Hannover, nella piazza del parlamento (I Sette di Gottinga, 1977); a Loreto e Rho (altari dei respettivi santuari, 1991 e 1995).
Più che ricordare i molteplici riconoscimenti alla sua carriera partita con una personale nel 1958 a Gallarate e culminata con l'istituzione del Museo dedicatogli nel paese natale (a Milano arrivò due anni dopo la nascita, ma ««milanese», affermò più d'una volta, non si sentì mai del tutto), vale la pena sottolineare qui il suo legame con Giovanni Battista Montini poi Paolo VI, il pontefice tante volte ritratto anche su sollecitazione del fedele segretario particolare monsignor Pasquale Macchi. Un rapporto quello tra papa Montini e Floriano Bodini, che per certi versi ricorda molto - senza voler fare paragoni strettamente artistici - quello tra Giacomo Manzù e Papa Giovanni XXIII.
Scultore di Paolo VI, Floriano Bodini ha realizzato anche ritratti di Papa Giovanni: uno tra i più interessanti si ritrova tra le sculture di Palazzo Vittone a Pinerolo, un lavoro di grande forza interiore anche grazie a un modellato a tutto tondo colmo di contrasti chiaroscurali.
Tra gli altri lavori d'arte sacra, infine, da non dimenticare la statua di Santa Brigida di Svezia per la basilica di San Pietro in Vaticano (199); la Porta Santa per la basilica di San Giovanni in Laterano a Roma (2000).
Floriano Bodini è morto sabato 2 Luglio 2005.

News

25/10/2016

Mostra Mario Moronti a Nizza

Palazzo Crova di Nizza Monf.to, inaugurazione 5 novembre ore 18

more

26/09/2016

Pubblicata la Relazione di attività svolta dall'Associazione Culturale Davide Lajolo onlus

"Pratiche educative di valorizzazione e di fruizione del patrimonio Unesco"

more

31/08/2016

Offerte camminata

La Camminata sulle colline dell’Unesco tra Vinchio Mombercelli e Castelnuovo Calcea si è svolta il 27 agosto proprio il giorno del lutto nazionale per il terremoto nell’Italia centrale ...

more

25/08/2016

Comunicato Stampa passeggiata del 27 agosto

Ci sono luoghi che sono così belli che è meglio percorrerli a piedi che non attraversarli velocemente in auto. Uno di questi è la valle che racchiude le vigne dell’Unesco tra Castelnuovo Calcea, Mombercelli e Vinchio...

more

16/08/2016

18 agosto a Vinchio: JAZZESTATE, Felice Reggio la magia della sua musica - Concerto Racconto

"Andata & Ritorno Vinchio-Parigi-Roma- Vinchio", visita gratuita al Museo di DAVIDE LAJOLO e degustazioni

more