Associazione Davide Lajolo Onlus

associazione

News

IL RISPETTO DELLA TERRA  - le buone pratiche a tutela del territorio candidato a patrimonio dell’umanità

08/05/2014

IL RISPETTO DELLA TERRA - le buone pratiche a tutela del territorio candidato a patrimonio dell’umanità

Festival del paesaggio agrario VI edizione - Maggio/Luglio 2014

Il festival del paesaggio agrario (maggio-agosto), organizzato dall’Associazione culturale Davide Lajolo, richiama ogni anno l’attenzione sulla campagna coltivata  con convegni e passeggiate in luoghi conservati e riqualificati di grande bellezza paesaggistica.

Quest’anno il Festival, dopo essersi occupato nelle precedenti edizioni di governo del territorio, di innovazione in agricoltura, di consumo del suolo ha come tema Il rispetto della terra - le buone pratiche a tutela del territorio candidato a patrimonio dell’umanità.  Punta, quindi, l’attenzione sulle buone pratiche in atto, che hanno salvaguardato l’agricoltura e la biodiversità. Due sono le tavole rotonde sulla flavescenza dorata e sulle prospettive dell’agricoltura anche in relazione all’Expo 2015 con esperti, amministratori e esponenti del governo. Vengono organizzate alcune passeggiate in luoghi conservati e particolarmente significativi del Monferrato per far conoscere e incontrare esperti, agricoltori, ambientalisti che stanno lavorando sui territori attraversati. Sia nelle tavole rotonde che durante le passeggiate si vuole far emergere un metodo di rapporto tra lavoro e  valorizzazione del paesaggio agrario.

Particolare significativo dell’edizione del 2014 è la collaborazione con associazioni molto attive nella difesa e nella valorizzazione del territorio.

Il paesaggio millenario del Monferrato è ora in piena trasformazione e necessita di essere governato da un lato aiutando i processi innovativi in agricoltura e dall’altra mantenendo l’integrità e la suggestione della sua specificità, che lo rende unico come patrimonio economico, sociale e culturale in attesa di diventare il 50mo sito dell’Unesco. Il mantenimento di memoria e la tutela del paesaggio, soprattutto durante una crisi strutturale tanto profonda come quella che investe i paesi industrializzati, conserva in sé anche indicazioni per il  futuro.

Il Festival vuole essere un’occasione di riflessione sull’economia, la società e il futuro, una presa d’atto dell’esistente, di come conservare il bello e modificare le storture. Utilizzando strumenti e linguaggi diversificati di esperti, poeti, amministratori, musicisti, attori si vuole coinvolgere abitanti e un largo pubblico nella tutela e valorizzazione  della campagna fertile in una chiave di armonia e sostenibilità tra confini e paesaggi che disegnano conoscenze e sentimenti, proposte economiche ed ambientaliste e aspirazioni di un nuovo sviluppo possibile.

Il programma di quest’anno si snoda sul territorio astigiano: Asti, S. Marzanotto, Vinchio, Vaglio Serra Albugnano, Vezzolano, Calamandrana, Castelnuovo don Bosco, Villanova ed è organizzato con la collaborazione di Confederazione Italiana Agricoltori, Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, Ordine degli Agronomi e Forestali, Ordine dei Periti Agrari, Forum salviamo il paesaggio, Osservatorio del Paesaggio, Ente Aree Protette Astigiane, Proloco di S. Marzanotto e di Vinchio, associazioni “La cabalesta”, “Terra, boschi, genti e memorie”, “Camminare lentamente”, Comuni di Asti, di Vinchio e Vaglio Serra, Cantina di Vinchio-Vaglio Serra.

 

PROGRAMMA   >> Scarica il pieghevole 


Sabato 17 maggio
in collaborazione con Ordine degli Agronomi e Forestali, Ordine dei Periti agrari

Asti Ore 9,30: Tavola rotonda Flavescenza dorata della vite: 15 anni di strategie
Sede: Sala convegni - Assessorato all’Agricoltura della Provincia di Asti – Piazza San Martino, 11
Intervengono Marco Devecchi, Salvatore Giacoppo, Alma Alberto, Paola Gotta, Paolo Camerano, Cristina Marzachì, Andrea Laiolo, esperti, rappresentanti delle associazioni agricole. Coordina Claudia Costa

Asti Ore 16.30-19.30
in collaborazione con Ordine degli Agronomi, Ordine degli Architetti, Pianificatori  Paesaggisti e Conservatori, Forum Salviamo il paesaggio, Sezione Aree Verdi ed Arredo Urbano del Comune di Asti

Passeggiata Progetto del verde in città attraverso i parchi cittadini: Bosco dei Partigiani, Parco di Biberach, Parco di Rio Crosio con la guida di dr. Elena Berta, prof. Marco Devecchi, Alessandro Mortarino, arch. Marco Pesce

 

Domenica 18 maggio

Vinchio  Parcheggio della Riserva naturale della Val Sarmassa
Ore 16.00 Ricordo di Angelo Ladame

 

Sabato 24 maggio
in collaborazione con Ente Aree Protette Astigiane, Comune di Vinchio, Cantina di Vinchio – Vaglio Serra

Vinchio Riserva naturale Val Sarmassa Itinerario letterario di Davide Lajolo “Il mare verde”.
Ulisse sulle colline –natura, musica, arte, poesia

0re 15.30 Bricco dei Tre Vescovi Prima conta Natura e territorio in un libro: le produzione editoriali dell’Ente Aree Protette Astigiane. Gli autori di quattro quaderni scientifici conversano con Laura Nosenzo. Magie del legno  sculture di Renato Milano

Ore 17.00 Bricco di Monte del Mare Seconda conta  Le  poesie Il mito di Ulisse sono lette di Francesco Visconti accompagnate dal flauto di Marlaena Kessick. Consegna delPremio Davide Lajolo – Il ramarro a Ugo Nespolo, lettura di un racconto di Davide Lajolo. Ore 18.00 La Ru Terza conta Valentina Archimede  legge il racconto di Davide Lajolo Mamma partigiana

 

Domenica 8 giugno
in collaborazione con la Pro loco di S. Marzanotto, Asti

Ore 15.30 Passeggiatalungoil ripristinato Percorso della discordia da San Marzanotto a Mongardino nella Valle Rivi con la guida di Agnese Argenta, che illustra i toponimi e la storia del luogo e Marco Devecchi, che parla della proposta di riconoscimento di S. Marzanotto bene paesaggistico di interesse regionale

A conclusione risotto per tutti

 

Domenica 15 Giugno
in collaborazione con l’associazione Terra, Boschi, Gente e Memorie, La Cabalesta, il Centro CNR - Imamoter di Albugnano e i 19 Comuni del progetto Un bianco mantello di chiese.

Castelnuovo don Bosco
Ore 9.30 Escursione da Castelnuovo don Bosco a Vezzolano Sul sentiero della Malvasia e del RomanicoAlla scoperta di vigneti, chiese e boschi” con la guida di Franco Correggia e l’Associazione La Cabalesta.
ore 12,30: sosta per il pranzo al sacco nei prati circostanti; possibilità di ristoro presso il piccolo Bar adiacente al parcheggio

Vezzolano ore 15.00: conversazione di Silvana Bruna sul progetto Un bianco mantello di chiese - Alla ricerca di una nuova empatia con il territorio e Passeggiata tra i frutteti di Vezzolano con visita guidata alla Canonica Regolare di Santa Maria di Vezzolano.

 

Sabato 5 luglio
in collaborazione con Ente Aree Protette Astigiane, Comune di Vinchio
Vinchio, Riserva naturale della Val Sarmassa Itinerario letterario di Davide Lajolo Nei boschi dei Saraceni
Con la luna e le lucciole nei boschi dei Saraceni

Ore 21,00 Passeggiata notturna illuminata da un mare di lucciole attraverso i sentieri della valle di Serralunga fino al Valletto della Morte, dove la leggenda narra che il marchese di Aleramo nel 935 sconfisse i Saraceni. All’estreità della valle più profonda, camminando sul fondo del mare pliocenico, visita all’affioramento fossilifero ricco di testimonianze di remoti organismi marini, guidati dai guardaparco dell’Ente

Ore 23,00 Bricco di Monte del Mare Canzoni della tradizione con Betti Zambruno, Pier Carlo Cardinali, Gianpiero Malfatto
Spuntino di mezzanotte della Proloco di Vinchio

 

Sabato 19 Luglio
in collaborazione con Confederazione Italiana Agricoltori

Calamandrana, Parco del Castello
Ore 17,00 Festicamp Cia  provincia di Asti

Tavola La nuova agrcoltura e l’Expo 2015 con Maurizio Martina, Ministro delle Politiche Agricole Forestali,Dino Scanavino, presidente  nazionale CIA,Massimo Fiorio, vicepresidente della Commissione agricoltura della Camera dei Deputati. Consegna dell’Agrestino d’oro a Martina e a Scanavino



Sabato 26 luglio
in collaborazione con l’associazione Camminare lentamente

Colle Don Bosco Ore 16.00 Passeggiata  dal colle al fontaninodal Colle don Bosco al Santuario della BeataVergine delle Grazie di Villanova d'Asti, dove si svolge l’Infiorata,  alla scoperta di piccoli ambienti seminaturali, sopravvissuti alle trasformazioni antropiche del territorio, che conservano tuttora livelli significativi di biodiversità e  inattese sorprese floristiche.

 

Sabato 23 agosto
in collaborazione con Comune di Vinchio

Vinchio, Itinerario letterario Sul bricco dei cinquant’anni
in collaborazione con Comune di Vinchio, Azienda agricola Severo Laiolo
Sulle orme del museo contadino all’aperto

Ore 17.00 Bricco di S. Michele Concerto di Felice Reggio
Merenda contadina offerta dall’azienda agricola Severo Laiolo

Passeggiata tra le vigne del barbera alla Cantina di Vinchio Vaglio Serra  e ritorno al paese. Visita al museo di Davide Lajolo “Vinchio è il mio nido”

>> Scarica l'allegato PDF